Compro oro online: quali sono i compro oro che operano anche su internet

1282

Indice dei contenuti

Il commercio elettronico è una realtà ormai imprescindibile, come del resto dimostrato dalle statistiche. Reso ancora più forte dalla pandemia di Covid, la quale ha costretto i governi a chiudere le attività commerciali non essenziali e i consumatori a prendere in considerazione nuove modalità di acquisto. Individuate proprio nell’eCommerce, ove le interazioni avvengono tramite strumenti telematici, escludendo quindi quel contatto diretto il quale è ormai visto come una possibile occasione di contagio.

Per capire meglio quanto detto sinora, come al solito, basta ricorrere ai semplici numeri, i quali non mentono mai. A partire da quelli di Salesforce, relativi agli Stati Uniti, ove il lockdown si è tradotto in una crescita del commercio elettronico nell’ordine del 71%, nel secondo quadrimestre dell’anno passato. Mentre in Italia è Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, ad affermare come siano ormai 29 milioni i consumatori che preferiscono acquistare online.

Un trend il quale dovrebbe senz’altro consolidarsi nell’immediato futuro, ponendo basi sempre più durature per questa modalità di acquisto.

Anche i compro oro si rivolgono al web

Un trend il quale non può certo essere ignorato da chi intende allargare il proprio giro d’affari ed evitare di essere confinato al territorio, in un momento in cui il commercio tradizionale è in grande affanno. Tanto da spingere un gran numero di attività ad optare per la multicanalità, affiancando una vetrina elettronica a quella fisica già esistente.

Una scelta che è stata operata anche dai compro oro. I quali hanno deciso di allargare il loro raggio d’azione al web proprio negli ultimi mesi. Nel corso dei quali è stato abbastanza facile capire come il loro giro d’affari stesse crescendo di pari passo con le difficoltà di molte persone, acuite dalla crisi economica in atto. Rinnovando le forti preoccupazioni legate ad una attività la quale è vista da molti come una sorta di indicatore del momento passato dalla società.

Proprio il trasferimento di molte di queste attività su Internet, ha comunque spinto gli osservatori a porsi una semplice domanda: ci si può fidare dei compro oro online, soprattutto alla luce dei comportamenti al minimo opachi di quelli che operano lungo il territorio peninsulare? Proviamo a rispondere in maniera articolata al quesito.

Compro oro online: ci si può fidare?

Ci si può fidare dei compro oro online? La risposta deve tenere nel giusto conto il vecchio proverbio secondo il quale fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Come tutte le realtà commerciali, il compro oro tende naturalmente a fare il proprio interesse, non certo quello dei propri clienti. Se poi i secondi traggono giovamento dall’interazione è sicuramente meglio, ma la realtà di partenza prevede il massimo di profitto possibile da parte del compro oro.

Per evitare che la transazione tra le due parti sia troppo squilibrata in direzione del compro oro, si possono però mettere in atto degli accorgimenti. In particolare prendendo informazioni su quelli coi quali si prevede di interagire proprio sul web. Ove è possibile reperire un gran numero di notizie e recensioni, postate proprio da coloro i quali hanno già avuto modo di trattare il proprio metallo prezioso coi compro oro online.

Sarebbe invece da evitare la fretta di vendere, ovvero l’adesione alla prima proposta trovata nel corso della propria ricerca di una struttura di questo genere. Meglio attendere e visionare con attenzione tutte le soluzioni prospettate, privilegiando non solo quelle più convenienti, ma anche la sicurezza. Non farlo può in effetti rendere la transazione un affare per il compro oro scelto, più che per sé stessi.

Conviene vendere il proprio oro online?

Proprio passando al discorso legato alla sicurezza, sono abbastanza comprensibili i timori che vengono spesso espressi dagli utenti in relazione alla compravendita di oro online. Timori i quali, però, non dovrebbero essere superiori a quelli che caratterizzano il rapporto coi compro oro tradizionali.

Va infatti ricordato che anche quelli online devono sottostare alle normative vigenti e all’attività di controllo degli enti preposti. Di conseguenza, chi sbaglia paga e può essere sottoposto a provvedimenti come la chiusura, temporanea o definitiva, e a sanzioni pecuniarie.

Naturalmente ciò non esclude che esistano anche compro oro online truffaldini. Per evitarli, può però bastare il buon senso e l’istinto di conservazione. Ovvero l’adozione dei semplici criteri di prudenza che ispirano la vita di tutti i giorni. Per effetto dei quali potremmo alla fine scoprire i reali vantaggi della compravendita di oro online.

Che sono, in particolare:

  1. la possibilità di farsi una idea preventiva del prezzo che si può realmente strappare per il proprio oro in un arco temporale molto minore di quello necessario ove si rendesse necessario consultare i compro oro disseminati sul territorio di riferimento. Il modus operandi da seguire è in pratica lo stesso che si adopera quando si cerca un prestito. Si deve infatti valutare non solo il prezzo offerto, ma anche la presenza di eventuali costi accessori, in modo da poter valutare la convenienza effettiva delle varie proposte;
  2. la semplicità delle procedure previste, con una serie di operazioni tali da risultare molto semplici per chi è abituato a questo genere di operazioni;
  3. la possibilità di dare vita ad una ricerca molto larga, senza doversi magari accontentare della prima proposta apparentemente favorevole.

Come funziona la compravendita di oro sul web?

Come abbiamo già ricordato, il funzionamento di questi siti è di solito improntato alla massima semplicità. Una volta indicato il tipo di metallo che vogliamo vendere (va ricordato infatti che alcuni operatori acquistano anche argento e platino) ed il suo grado di purezza, occorre specificare il peso totale in modo da visualizzare in automatico il corrispondente valore offerto.

Va anche sottolineato come trattandosi si una quotazione, quella dell’oro, molto volatile, i compro oro offrono una speciale funzione, il sistema blocca prezzo. Grazie a questa opzione infatti si può chiedere una valutazione del nostro oro e, nel caso in cui sia soddisfacente, bloccare il prezzo offerto per un tempo solitamente variabile tra 24 e 48 ore. Naturalmente il vincolo è solo per il compro oro, in quanto il venditore può sempre cambiare idea.

Una volta che sia stato  bloccato il prezzo, occorre effettuare la registrazione fornendo i dati personali ed i recapiti presso cui si può essere rintracciati.

A questo punto non resta che dare vita all’ultima parte della transazione, scegliendo la modalità preferita. Va infatti sottolineato come alcuni compro oro online, prevedono che il cliente si rechi personalmente presso uno dei propri negozi recando con sé l’oro concordato. Mentre altri accordano la possibilità di un servizio a domicilio, espletato da propri incaricati. La consegna sarà concordata nei particolari e una volta appurata la corrispondenza dell’oro a quanto prospettato, il fiduciario del compro oro ritirerà la merce versando il dovuto, in contanti o tramite assegno nel caso in cui il corrispettivo valichi la legislazione anti-riciclaggio. Una soluzione, la seconda, sicuramente preferibile da parte di chi intenda alienare grossi quantitativi d’oro e non si fidi a muoversi con essi.

Va infine segnalata una ulteriore possibilità, quella offerta dalla presenza di una clausola soddisfatti o rimborsati. Di modo che nel caso di un ripensamento, si abbia la possibilità di recedere entro un determinato lasso temporale, senza peraltro che sia necessario addurre giustificazioni.

E’ importante muoversi con molta cautela

Come abbiamo visto, quindi, la vendita di oro sul web può rappresentare una modalità in grado di assicurare vantaggi, rispetto a quella condotta con operatori tradizionali. A patto di sapere come muoversi e, soprattutto, di adottare accorgimenti in grado di limitare al massimo il rischio corso.

Perché, in effetti, occorre specificare che il rischio è sempre presente in questo genere di trattative. Derivando proprio dal fatto che la semplice iscrizione all’albo degli operatori professionali in oro della Banca d’Italia non comporta alcun onere particolare per i compro oro. I quali sono tenuti da un lato a rispettare criteri giuridici ed economici, senza che dall’altro si tratti di vincoli in grado di tutelare la clientela.

Tanto da spingere la stessa Banca d’Italia ad emanare un comunicato con il quale si diffidano le strutture interessate ad utilizzare la qualifica da essa rilasciata a scopi promozionali. Il sottinteso è che farlo costituisce un vero e proprio inganno nei confronti della clientela.

Conclusioni

La vendita del proprio oro può essere condotta anche online, ove sono sempre di più i compro oro che hanno deciso di aggiungere il canale telematico a quello fisico. Dando vita ad un iter procedurale in grado di regalare notevoli vantaggi agli utenti. Permettendo loro non solo di risparmiare tempo, ma anche di dare vita a trattative in grado di regalare il massimo di sicurezza. A patto, naturalmente, di saper individuare gli operatori affidabili, evitando quelli che non lo sono.