Compro oro quanto pagano al grammo

1966

Indice dei contenuti

La recente crisi economica e le difficoltà sempre più marcate di arrivare spesso a fine mese, impongono una risoluzione del problema a volte anche drastica. In un clima di forte crisi, quindi, sono sempre più venuti fuori compratori specializzati e autorizzati di metalli preziosi, i cosiddetti Compro oro.

Scegliere di vendere un proprio gioiello prezioso, è di certo un bisogno motivato da una reale e impellente necessità di denaro. Tuttavia, non è saggio recarsi al primo Compro oro a caso, ma al fine di evitare fregature è bene conoscere alla base i concetti e le informazioni essenziali così da arrivare ben preparati all’evenienza.

In questa guida che segue, vorremmo approfondire tale argomento, chiarendo alcuni punti oscuri, come ad esempio quanto effettivamente viene pagato al grammo l’oro e qual è il criterio di valutazione che verrà usato per decretare il prezzo di un nostro bene. Se siete interessati o semplicemente curiosi di scoprirne qualcosina in più, non perdiamo altro tempo e vediamo subito tutto ciò che di più utile c’è da sapere in merito.

Compro oro? Qual è l’iter di valutazione? Quali sono i parametri utilizzati?

Cominciamo a scendere più nei dettagli della questione. Generalmente chi gestisce un’attività di Compro oro, utilizza dei parametri di valutazione standard ritenuti idonei al fine di giudicare in modo oggettivo ogni singolo metallo prezioso. Questi sono per lo più:

  • Il peso.
  • I carati.
  • Prezzo dell’oro al grammo.

Ciò significa che, ogni singola volta, un cliente porterà un gioiello o qualsiasi cosa realizzata in metallo prezioso, esso verrà valutato secondo una procedura standard che ne determinerà, successivamente, il valore stimato in denaro. Ma osserviamo più da vicino ogni singolo step in modo da non confondere le operazioni di valutazione.

Peso

Per quanto riguarda il peso possiamo dire che esso verrà valutato opponendo l’oggetto in questione a ridosso di una bilancia estremamente precisa e specifica per tale utilizzo. A scanso di equivoci, questa bilancia spesso viene posta in prossimità del bancone. Questo al fine di rendere quanto più trasparente la valutazione del peso dinnanzi al cliente. Il consiglio riguardo a questo aspetto inerente al peso, è di prendere in considerazione solo i Compro oro con una misurazione in digitale. Bilance non in tale formato, potrebbero essere più semplici da manomettere e questo, comporterebbe il rischio maggiore di truffe per il cliente.

Per una migliore sicurezza, un altro suggerimento che ci sentiamo di darvi, è di munirvi personalmente di una bilancia digitale specifica per la misurazione di oggetti di piccole dimensioni. Questo vi permetterà di constatare in prima persona il peso del vostro oggetto e di confrontarlo con quello che registrerà il Compro oro. Se simile allora la trattativa sarà ritenuta onesta.

Carati

Questo è forse l’aspetto che è maggiormente in grado di definire nel complesso il valore effettivo dell’oggetto che si possiede. I carati, in parole povere, rappresentano la purezza effettiva dell’oro. La purezza massima è indicata col valore 24kt. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, i gioielli di uso comune acquistati in gioielleria, spesso sono realizzati con aggiunta di altri metalli come ad esempio l‘argento o il rame. La motivazione di questa scelta, è che lavorare solo l’oro risulta un’operazione assai complessa in quanto molto tenero come metallo. Ecco perché il più delle volte sono presenti altri metalli.

Il negoziante del Compro oro, avrà delle strumentazioni apposite per comprendere i carati reali dell’oggetto che si ritroverà tra le mani. Oltre a questi, sul gioiello sarà riportata la dicitura del numero dei carati. Ad esempio “18kt”. Ciò sta a significare che nel gioiello valutato, ci saranno solo 18 parti in oro su un massimo di 24. Non appena ottenute queste informazioni essenziali, bisognerà moltiplicare il peso dell’oro dell’oggetto per il prezzo dell’oro al grammo. Tutto questo è possibile prendendo come punto di riferimento, il valore dell’oro puro (24kt) 

Chi determina il valore dell’oro?

Questo compito è affidato alla Borsa di Londra che ne sancisce il valore mediante i fixing, ovvero delle quotazioni ufficiali pubblicate due volte al giorno. Appurato il valore dell’oro puro, quindi, bisognerà sottrarre la percentuale che fa riferimento alla presenza di altri metalli che compongono l’oggetto.

Quanto si ottiene vendendo il proprio oro?

Bisogna sempre tenere in mente che, la valutazione personale mediante calcoli autonomi non sarà mai rispecchiata da un Compro oro, questo perché bisognerà considerare la percentuale di guadagno in favore dell’esercente. Quindi si otterrà inevitabilmente sempre meno del valore reale dell’oggetto in vendita. Tuttavia, è bene conoscere questo reale valore così da vendere il proprio oggetto solo a chi ne farà una valutazione onesta e il più vicina possibile a quella effettiva.

Così facendo, si eviteranno di certo truffe e guadagni ingiustamente più bassi del dovuto. Solo in questo modo, saremo anche in grado di determinare se un Compro oro sia onesto nella valutazione o se voglia ingannare il cliente guadagnando più del dovuto.

Da tutta questa analisi cosa possiamo trarre di utile? Sicuramente che il miglior modo per evitare fregature è quello di non buttarsi a capofitto sul primo Compra oro che troviamo per strada, ma che bisogna ponderarne bene la scelta, al fine di trovare il commerciante più onesto e che offra una valutazione trasparente. Altrettanto utile, potrebbe essere mettere a confronto più di due o tre valutazioni. In questo modo scegliere sarà di certo più semplice.

Un altro aspetto da tenere sempre bene in mente quando si vende l’oro, è che il suo mercato è flessibile tanto quanto quello del denaro. Cosa significa questo? Che andranno ad alternarsi flessioni negative e invece a rialzo. Il suggerimento è, se possibile, di evitare di vendere il proprio oro in momenti di ribasso del valore complessivo dell’oro, quindi attendere il momento propizio al fine di ottenere una somma sicuramente più onerosa.

Conclusioni

La scelta del Compra oro, richiede un’analisi accurata da non trascurare. Entrare nel primo che capita potrebbe costarvi caro, e il rischio è quello di svendere al primo offerente il proprio oggetto. Ecco che, il confronto tra varie valutazioni sarà essenziale per un guadagno onesto da ambo le parti interessate.